Matteo Guerreschi, Tecnico Commerciale di Timac Agro, area Lodi - Piacenza, da sette anni. Siamo in un'azienda agricola che coltiva prevalentemente mais, ma anche frumento e pomodoro. Li abbiamo assistiti nella coltivazione del pomodoro, con il Lithozincinfo-icon di fondo, e il mais con il Rhizovit N-Process in sostituzione dell'urea, per evitare la retrogradazione dell'azoto.

In questo modo abbiamo ottenuto incrementi produttivi e piante più vigorose, con un'ottima radicazione. Quest'anno abbiamo usato il Fosfactylinfo-icon 3-22 alla semina (confrontato con il 18-46) e per adesso i risultati sono ottimi. Il Rhizovit N-Process in presemina significa sfruttare a pieno le caratteristiche del prodotto, cioè il rilascio graduale dell'azoto, l'effetto radicante e biostimolante e l'effetto di attivazione del terreno per ottimizzare l'azoto organico distribuito con il digestato.

Solitamente Matteo consiglia, in abbinamento al diserbo, il Fertiactyl GZinfo-icon, allo stato di quarta-settima foglia, 4 litri per ettaro. Per superare lo stress da diserbo, aumentare la radicazione e dare una mano alla pianta nello stadio della differenziazione fiorale. Il risultato complessivo è un aumento del 10-15% del mais granella rispetto alle medie di produzione degli anni passati. Quindi una migliore gestione delle unità fertilizzanti apportate e la pianta ha avuto una salute migliore durante tutto il ciclo vegetativo.