Piano di sostenibilità, la risposta di TIMAC Agro Italia
Esprimere la sostenibilità attraverso azioni concrete: questa la promessa di Timac Agro Italia agli Stekaholders, l’impegno che l’azienda prende in modo chiaro ed inconfutabile. L’approccio alla triple bottom line, perseguito nello sviluppo del Bilancio, ha portato ad identificare per ognuno una serie di azioni che altro non sono se non la riposta data dall’organizzazione alla voce degli Stakeholders. Le attività identificate, sono frutto di un processo di confronto e decisione, ma anche di consapevolezza delle capacità e degli investimenti che l’azienda può e vuole fare per costruire il percorso di sostenibilità con i portatori di interesse. La mappa della sostenibilità, frutto finale di questo lavoro, è stata sviluppata con l’abituale consuetudine a definire attività, azioni ed impegni con obiettivi ambiziosi, concreti e raggiungibili.

 

Il perimetro cui il Bilancio di Sostenibilità Timac Agro Italia 2016 fa riferimento è dato da:

  • Periodicità: annuale;
  • Periodo di rendicontazione: 1 gennaio 2016 - 31 dicembre 2016;
  • Linee guida di riferimento: Global Reporting Initiative (GRI) e AA1000 per lo Stakeholders Engagement;
  • Livello di applicazione GRI: G4 Core;
  • Società comprese nel perimetro di rendicontazione: Timac Agro Italia S.p.A. ;
  • Limitazioni: l’azienda ha scelto, perché in fase di sviluppo, di non inserire nel perimetro e quindi nella rendicontazione le attività in Slovenia.